Cantine in Web: una classifica un pò falsata

Non sono uno estimatore del portale www.winenews.it, non chiedetemi il motivo perché non lo so neppure io, e quindi non lo visito regolarmente, anzi dovrei dire quasi mai. Però ogni anno aspetto con impazienza che esca la nuova classifica di Cantine in Web, quest’anno giunta alla nona edizione. Cantine in Web, per chi ancora non lo sapesse, è la classifica dei migliori siti web stilata ogni anno da www.winenews.it che fotografa la qualità della presenza on-line delle cantine italiane. Detto questo, concordo con loro nel dire che le cantine italiane continuano a guardare la rete con distacco, senza capirne appieno il valore e le potenzialità commerciali, di comunicazione e visibilità. E’ tutto vero! Le cantine italiane fanno veramente molto poco per migliorare la loro presenza sulla rete, alcune addirittura non fanno proprio nulla, come questa (almeno fino ad oggi). Però non concordo sulla classifica, che a mio parere risulta un tantino, presumibilmente, falsa. Circa l’80% delle cantine presenti nella classifica infatti è presente anche con uno spazio pubblicitario sul portale stesso. Quindi a voler pensare male…

Santa Margherita, Planeta, Donnafugata, Tasca d’almerita, Duca di Salaparuta, Arnaldo Caprai, Gravner, Arcipelago Muratori, Feudi di San Gregorio, e Poggio Argentiera. Ma siamo proprio sicuri allora, che queste siano le cantine italiane con la migliore presenza sul web? Io dico di no. E per dar forza alla mia risposta, ho voluto fare una verifica. Ho stilato, semplificando parecchio, una lista di 25 domande (suddivise in 5 gruppi: Accessibilità & Usabilità, Brand, Content, SEO & Co., Interactivity & Web 2.0) per valutare il sito web di ogni cantina. Le risposte possono essere solo del tipo Sì (valore 1) o No (valore 0), quindi anche qui ho voluto semplificare le cose per non allungare i tempi della verifica. Al punteggio ottenuto da ogni cantina inoltre, ho voluto aggiungere anche quello ottenuto con WooRank (www.woorank.com), uno strumento on-line in grado di valutare ogni sito web in base ad un certo numero di caratteristiche. Bene, la somma dei due punteggi rappresenta il punteggio totale raggiunto da ogni cantina. A questo punto alla lista delle cantine sopra indicate ho aggiunto altre due cantine, Frescobaldi e Bortolomiol. Queste ultime due cantine mi servono per verificare realmente la qualità o meglio la veridicità della classifica proposta da www.winenews.it. Curiosi dei risultati? La classifica sarà rispettata? Guardate un po’ cosa ne è uscito fuori!

Classifica finale:

1. Santa Margherita; 2. Tasca d’Almerita; 3. Bortolomiol; 4. Frescobaldi; 5. Duca di Salaparuta; 6. Donnafugata; 7. Arcipelago Muratori; 8. Poggio Argentiera; 9. Arnaldo Caprai; 10. Planeta; 11. Gravner; e 12. Feudi di San Gregorio.

In conclusione posso affermare che, cercando bene sulla rete è sicuramente possibile trovare siti web migliori di quelli proposti da www.winenews.it in Cantine in Web. La conferma arriva dall’ottimo piazzamento raggiunto dai siti di Bortolomiol e Frescobaldi, addirittura 3° e 4° rispettivamente. Inoltre, con una verifica più severa molti, se non addirittura tutti i siti di Cantine in Web, non entrerebbero a far parte neppure di una top 50, essendo veramente sopravvalutati. Per concludere, se desiderate conoscere la lista completa delle domande e i relativi voti ottenuti scaricate questo file qui.

Lista domande e relativi punteggi

Lista domande e relativi punteggi

2 comments

  1. Folco

    ” Inoltre, con una verifica più severa molti, se non addirittura tutti i siti di Cantine in Web, non entrerebbero a far parte neppure di una top 50, essendo veramente sopravvalutati.”

    Sono molto incuriosito da questo claim. Potresti pero’ segnalare la tua top 50. O almeno la top 10. Cosi’ facendo potrei capire in dettaglio di cosa stai parlando.

  2. Fabio Italiano

    Presto detto! Se legge bene la mia lista delle domande, noterà che sono domande molto limitative, e soprattutto nel dare i voti mi sono limitato ad un semplice Sì (valore 1) o No (valore 0). Avrei potuto invece utilizzare molte più domande per ogni categoria, domande più specifiche e tecniche, e dare inoltre dei voti da 1 a 10 per ogni risposta. Così facendo parecchi di quei siti avrebbero ottenuto delle valutazioni veramente scadenti. Per esempio, il sito web della cantina Feudi di San Gregorio, è un sito che io reputo veramente scadente. Purtroppo non ho ne il tempo, e neppure la voglia di stilare una bella classifica Top 10 o Top 50, però una cosa è sicura, il sito web della Feudi di San Gregorio non entrerebbe probabilmente neppure in una mia Top 500.

Leave a comment