A volte ritornano: Tenute Dettori

Questa mattina controllando la posta elettronica ho trovato una newsletter delle Tenute Dettori. Non sono frequenti le newsletter di questa bella realtà sarda con sede a Badde Nigolosu, e quindi l’ho immediatamente letta. Il contenuto del messaggio era il seguente: “Dopo 5 anni ritorniamo al Vinitaly. Ci troverete nel “Gruppo Sardegna”: Pad. 7B – stand A3-C7. Abbiamo fatto tanta strada grazie al vostro affetto ed alla vostra fiducia. Per tutti voi in degustazione le annate correnti, le annate storiche (tutte) e importanti anteprime: come: il Dettori Bianco 2007, l’Ottomarzo 2007 ed il Chimbanta&Battoro 2006. Un caro saluto. Famiglia Dettori.”

Beh, nulla di male se non fosse che io ricordo ancora una loro newsletter, penso quindi di 5 anni fa, nella quale annunciavano la loro assenza dal Vinitaly. Il contenuto del messaggio era grossomodo il seguente: “Spiacenti ma da quest’anno non saremo più presenti al Vinitaly. Il successo avuto dai nostri vini, e quindi la folla di visitatori al nostro stand ci impedisce di lavorare tranquillamente, e seguire attentamente i nostri clienti.” Il contenuto di quel messaggio era così forte e chiaro, che alle mie orecchie suonava anche un tantino arrogante. E pensai subito, ecco qui un’altra cantina che si è fatta un nome, e snobba il Vinitaly perché non lo ritiene più utile al proprio business. Gli affari vanno bene, i clienti ci sono, perché andarci? Adesso con questa nuova newsletter la domanda sorge spontanea, perché adesso dopo 5 anni ritornano? Un calo delle vendite? Probabile! E invece No! Leggete il commento del diretto interessato. E visto che ci siete visitate anche il sito della cantina Tenute Dettori.

5 comments

  1. Alessandro Dettori

    Ciao Fabio Italiano.
    Ritorniamo al Vinitaly perchè come ho scritto nella news inviatati abbiamo cambiato sistema commerciale e per comunicarlo a tutti i nostri clienti l’unico sistema possibile è il Vinitaly.
    Da questo anno non collaboriamo più con agenti e rappresentanti ed il 20% di provvigione diventa sconto per i nostri clienti.
    Mi spiace deluderti ma non abbiamo vino da vendere, ti invito allo stand per darti l’elenco dei vini disponibili che potrai pubblicare tranquillamente online (non più di 5000 bottiglie).
    Nel 2007 anzichè produrre le nostre solite 50.000 bottiglie ne abbiamo prodotto solo 20.000. Nel 2008 solo 2.000 DUEMILA !!!! Nel 2009 solo 19.000.
    Il tuo pensar male è pari alla nostra meglio mia arroganza :-)
    Grazie in ogni caso della visibilità datami.
    Buon lavoro e ti aspetto al vinitaly Stand Sardegna Padiglione 7b.
    Alessandro Dettori

  2. Fabio Italiano

    Ciao Alessandro, la mia era una semplice supposizione, e non una critica alla vostra strategia aziendale. Davvero credimi! Quello che ho scritto, l’ho scritto senza cattiveria, e quindi ti chiedo scusa qui pubblicamente se sono stato offensivo. E leggendo inoltre i numeri della vostra produzione, è chiaro quanto sia importante per voi l’aspetto qualitativo dei vostri vini. Tanto di cappello per il buon lavoro che fate in azienda. Questa si che è visibilià :). Grazie per l’invito al Vinitaly, ma quest’anno non ci sarò.

    Cordiali saluti, Fabio Italiano

  3. Fabio Italiano

    Non devi ringraziarmi di nulla Alessandro, perchè non ne vedo sinceramente il motivo. Il mio post è nato casualmente come “reazione” alla vostra newsletter. E sinceramente ti confesso che mi ha fatto piacere avere un commento del diretto interessato. Soprattutto un commento pacato, e ragionevole come quello tuo. Solitamente i titolari delle aziende vinicole reagiscono in maniera spropositata quando si sentono anche solo un tantino attaccate, invece tu hai risposto senza continuare la polemica, ma semplicemente dando una risposta al mio post, e questo ti fa veramente onore.

Leave a comment