Il Vinitaly e le pubbliche relazioni del vino

Il periodo del Vinitaly si sta avvicinando, e come ogni anno le cantine si preparano ad inondare le caselle di posta elettronica dei loro contatti. Clienti, conoscenti, giornalisti, sommeliers, potenziali buyers, e da qualche anno anche bloggers, riceveranno decine e decine di e-mails tutte uguali. Siamo presenti al Vinitaly da tale giorno a tale giorno presso il padiglione X stand Y. Punto e basta. Informazioni extra, zero! Per carità non c’è nulla di male nell’informare con una e-mail i propri contatti della propria presenza al Vinitaly. L’e-mail è un potentissimo strumento per il marketing, è economica, di facile utilizzo, e tutti dispongono oggi di un indirizzo e-mail, quindi perché non utilizzarla? Il problema però è il contenuto del messaggio. Spesso questi messaggi vengono immediatamente cestinati perché a prima vista ritenuti non interessanti. Un po’ come si fa con lo spam. Un messaggio troppo scarno, come quello sopra descritto, non solo non aggiunge valore alla vostra immagine aziendale, ma soprattutto non raggiunge lo scopo per il quale è stato inviato, ovvero generare contatti per tutto il periodo della fiera. Le e-mail che si inviano per il Vinitaly devono essere pianificate fin nei minimi particolari. Coloro che scrivono e inviano tali e-mail dovrebbero veramente prestare parecchia attenzione al contenuto del messaggio.

 

vinitaly-pubbliche-relazioni

 

La stesura dei messaggi e-mail è un’arte. Non è un caso se in commercio esistono decine di libri che insegnano a scrivere e-mail aziendali perfette. Per scrivere un messaggio vincente si deve ovviamente porre attenzione al contenuto, al formato e allo stile ma anche alle piccole cose a prima vista meno importanti. E credetemi, anche le piccole cose possono fare la differenza. Per esempio, cosa scrivere come Oggetto? Ogni termine è fondamentale per convincere il destinatario ad aprire o non aprire il messaggio. Dopo che è stato aperto, si hanno pochi secondi per catturare l’attenzione dei lettori. In conclusione, poiché viviamo tutti in un’era caratterizzata da un sovraccarico di informazioni, è consigliabile creare sempre un messaggio di buona Qualità.

Leave a comment