Etna Rosso Petralava un esempio di microsito

Gironzolando su Internet mi è capitato casualmente di incontrare un microsito interamente dedicato ad un vino (per la verità ad una piccola linea di vini). E’ un caso più unico che raro nel panorama vitivinicolo italiano. Non ne conosco altri! Il microsito in questione è quello del Petralava, un Etna Rosso della cantina siciliana Antichi Vinai di Passopisciaro in provincia di Catania. I micrositi, per chi non lo sapesse ancora, sono piccoli siti web composti il più delle volte da una sola pagina, o comunque da un numero veramente limitato di pagine, create appositamente per massimizzare l’efficacia del posizionamento nei motori di ricerca, e contemporaneamente massimizzare l’efficacia della comunicazione di un singolo prodotto o servizio.

I micrositi dedicati a un particolare prodotto, nel caso delle cantine ad un particolare vino, o ad una particolare linea di vini, hanno dei vantaggi dal punto di vista del marketing online sicuramente non indifferenti. Un microsito infatti è, all’interno delle tecniche di promozione online, uno dei mezzi che si accosta di più al mondo della comunicazione tradizionale, ed è soprattutto quello che permette di coprire un’ampia gamma di utilizzi aziendali. Per esempio può essere utilizzato, per fare promozioni, per pubblicizzare dei contest, per fare delle campagne virali, per fornire informazioni dettagliate e focalizzate su un dato prodotto, per incrementare il traffico sul proprio sito web, per studiare i trend di mercato, per aumentare la visibilità di un prodotto o di un marchio, o utilizzarlo come landing page per il commercio elettronico, e molto altro ancora.

Nel caso del microsito dedicato all’Etna Rosso Petralava di Antichi Vinai il mio giudizio non è del tutto positivo, perché non è utilizzato in maniera appropriata, non è ottimizzato per esempio per i motori di ricerca, non è ricco di informazioni sul prodotto, non è utilizzato per fare campagne virali, o promozioni, e via dicendo, insomma sembra messo online senza uno scopo aziendale ben preciso. E’ sicuramente da premiare la volontà dell’azienda di Passopisciaro di creare un microsito per uno dei loro prodotti più interessanti, ma qualche cosina in più avrebbero potuta anche farla. Comunque non è mai troppo tardi.

Microsito Etna Rosso Petralava

Microsito Etna Rosso Petralava

2 comments

  1. Giovanni

    Salve, complimenti per il Suo blog, ben fatto e con ottimi contenuti, ho letto con curiosità e interesse l’articolo in questione proprio perchè sono il creatore di questo minisito.
    Mi fà molto piacere che abbia valutato il progetto analizzando anche i suoi punti deboli.
    E’ vero il sito potrebbe avere un indicizzazione e un posizionamento migliore, ma la nostra idea era di proporre all’azienda il progetto, quindi mi piace considerarlo un “esperimento” di comunicazione, più che uno strumento da guerriglia sul web…
    In ogni caso le sue informazioni e i suoi giudizi sono preziosi.
    Grazie e complimenti ancora per il suo lavoro.

  2. Fabio Italiano

    Ciao Giovanni, onestamente la mia non è una critica al sito da te realizzato, e quindi al tuo lavoro, ma una semplice constatazione che mi fa pensare ad un prodotto lasciato a metà. Pertanto la parola “esperimento” calza a pennello. Capisco comunque che il risultato di un progetto dipende sempre dal budget a disposizione del committente, e che fare di più in questo caso era impossibile. In conclusione in un panorama vitivinicolo come quello italiano, in cui Internet non viene preso ancora sul serio, il tentativo della cantina Antichi Vinai di puntare anche su un micro sito, come quello dell’Etna Rosso Petralava, è ammirevole.

Leave a comment