Cantine online: alcuni piacevoli esempi

Vi confesso che i siti web delle cantine italiane non mi fanno impazzire. Esistono siti web interessanti nel panorama vitivinicolo italiano, ma nessuno veramente perfetto. Alcuni sono belli esteticamente, ma per esempio carenti nei contenuti, oppure nei servizi per i visitatori, o dal punto di vista SEO (sempre!!!). Avere il sito web perfetto, non è impossibile, bisogna solo volerlo, e rivolgersi ovviamente alle persone giuste. Certe è che se il budget a disposizione è di poche migliaia di euro il sito web perfetto lo si può solo sognare. Di seguito alcuni esempi di siti web di cantine italiane secondo il mio modesto parere molto piacevoli da visitare, e niente di più. Ma vista la mediocrità che si vede in circolazione questi che vi presento si possono considerare dei veri capolavori.

Ca' del Bosco

Ca' del Bosco

Camillo Montori

Camillo Montori

Cantina Centopassi

Cantina Centopassi

Cantina Puianello

Cantina Puianello

Cantine Barsento

Cantine Barsento

Cantine Lupo

Cantine Lupo

Questi sono solo pochi esempi, online se ne trovano anche altri altrettanto validi, non tanti ma ci sono. Quello che salta subito all’occhio in questi siti web è la tecnologia utilizzata, Flash di Adobe. Il mio consiglio comunque è quello di non utilizzare Flash per i siti aziendali. Anzi visto che ci sono vi do alcune dritte riguardo i “web design trends” per il 2011, e cioè cosa è “in” per l’anno in corso. Subito vi riconfermo niente Flash, ma più siti realizzati con più CSS3 e HTML5. Sicuramente anche sfondi con immagini di grandi dimensioni. Grafica minimalista, con colori vicini ai colori primari. Utilizzo avanzato della tipografia, ovvero scelta di fonts grafici adhoc. Non dimenticare la versione per telefonini di ultima generazione tipo iPhone. WordPress come piattaforma CMS. Presenza in quantità industriale di video e fotografie di livello professionale. OK, è tutto per adesso.

16 comments

  1. Cantinetta

    Be direi che al primo impatto non sono perfette, vi sono altri esempi migliori :-)
    e poi a primo impatto cantina puianello ha un collegamento a Facebook ma la pagina è abbandonata.
    Direi una cosa non è obbligatorio essere su Facebook ma esserci e pubblicizzarlo sul sito cosi…mmmm non mi sembra l’ideale

  2. Fabio Italiano

    Ciao infatti, io non ho detto che sono perfetti questi siti, semplicemente che “sono piacevoli, e niente dipiù”. Ormai i collegamenti a Facebook e Twitter li hanno anche cani e gatti, ma quelli che li utilizzano in maniera apprezzabile sono veramente pochissimi.

    Se conosci esempi migliori di siti web di cantine italiane segnalali qui, sono curioso. Quelli che ho presentato io in questo articolo sono stati presi a caso tra quelli che ritengo solo piacevoli. Sinceramente un sito che mi piace davvero completamente non c’è.

  3. Cantinetta

    Hai ragione, se mi incontro un sito decente te lo segnalo, anche se il sito ormai deve esser “social” altrimenti a poco senso, deve essere collegato al mondo dei social, in maniera corretta e non mettendo un logo cosi tanto per mettere :-)

  4. Fabio Italiano

    Si un bel 6 pieno, e un sito web pulito e ordinato, ma non mi fa impazzire. E’ il minimo che ogni cantina dovrebbe avere, ma credimi ho spostato l’asticella verso il basso.

  5. cantiniere

    ciao!
    ho appena scoperto questo interessantissimo blog mentre navigavo alla ricerca di spunti per la rivoluzione che vorrei apportare al sito della mia cantina…
    qualcuno di voi mi sa dare qualche consiglio?

  6. Fabio Italiano

    @cantiniere, ciao e benvenuto nel mio blog. Ho dato un’occhiata al vostro sito web e in effetti una bella rinfrescata dovreste darla per davvero. La prima che mi viene in mente vedendo il vostro sito è quella di non utilizzare più la tecnologia Flash di Adobe. Perché ti fa perdere solo visitatori, e quindi potenziali clienti. Detto questo, l’argomento purtroppo è troppo ampio per poterti dare qualche consiglio valido così su due piedi. Per me sarebbe più facile rispondere a delle domande più specifiche per restringere il campo. Quali sono i tuoi dubbi? Cosa vuoi sapere di preciso? Se le tue sono domande che non desideri rendere pubbliche puoi tranquillamente contattarmi via e-mail. Ciao.

  7. antonello (www.cantinelupo.com)

    interessante articolo.

    rintracciato solo oggi a seguito di una ricerca casuale su internet.
    la cosa divertente è che il nostro sito (cantinelupo.com) è stato totalmente modificato a pochi giorni dalla pubblicazione di questo post!!

    siamo comunque molto contenti di essere stati inseriti in un novero di siti davvero fatti bene (eleganti, sobri ed efficaci).

    saluti a tutti
    antonello

  8. Pingback: noi e la rete « Cantine Lupo

  9. Fabio Italiano

    Ciao Antonello, e ora cosa dovrei fare io? Devo mettere una bella croce sul vostro sito web? Ovviamente sto scherzando :) Peccato però, perché se solo 478 giorni fa fossi passato di qui e avessi letto le ultime righe del mio articolo forse il tuo sito attuale sarebbe stato diverso. Perché avete scelto di far realizzare il nuovo sito web in Flash? I siti web in Flash li sconsiglio a tutti perché non sono fatti per i motori di ricerca, certo qualche cosina si può anche fare per il posizionamento nei motori di ricerca, ma non più di tanto. Oggigiorno con WordPress si possono fare siti web spettacolari, basta trovare la persona giusta. Quindi lo ripeto ancora una volta… niente Flash, ma siti realizzati con CSS3 e HTML5 e WordPress come piattaforma CMS, sfondi con immagini di grandi dimensioni, grafica minimalista, e utilizzo avanzato di fonts grafici adhoc, e soprattutto responsive design, cioè con una grafica che si adatta anche a tutti i dispositivi mobile come telefonini e tablet.

  10. Pagine Facebook

    Purtroppo quoto le parole di @Fabio, purtroppo il web è in continua evoluzione e la scelta del sito non è delle migliori e poi un ultima cosa, visto che site attivi su Facebook un profilo Twitter non guasta, visto l enorme interesse che gira intorno alle cantine su Twitter dove ci sono molti appassionati che parlano e discutono di vino….

  11. Fabio Italiano

    Sulla rete una cantina dovrebbe sfruttare tutte le opportunità, e non solo i social network, e questo si traduce in una comunicazione online a 360°. Attenzione però, non è più possibile improvvisare, ma al contrario bisogna dedicarsi anima e corpo per avere successo.

  12. antonello

    ciao fabio, più di un anno fa cambiammo il sito e l’immagine complessiva della nostra cantina.

    quel sito (nonché le etichette dei vini … del “vino” perché all’epoca era uno soltanto!) erano il risultato dei nostri primi passi nel mondo della commercializzazione del vino e riflettevano un approccio un po’ più “sognante” al mondo del vino.

    il nostro sito – per ora – è in flash ed in html. a seconda del dispositivo che utilizzi, si apre il flash o l’html.
    non è detto che la scelta rimanga sul flash (potrebbe essere che ad un certo punto si decida di cambiare nuovamente).

    non sono un esperto, ma tutti comunque mi dicono che l’indicizzazione è complicata per i siti in flash (per migliorarla ci hanno proposto cose troppo complesse e costose).

    per il momento, sfruttiamo il nostro blog per comunicare in modo informale ed immediato con i nostri amici ed appassionati (http://cantinelupo.wordpress.com).

    anche questo sarà cambiato (per ora è abbastanza artigianale). prima di farlo, ti manderò le bozze in visione!!

    grazie e buona giornata a tutti.

  13. Fabio Italiano

    @Antonello, purtroppo non è colpa vostra, mi metto nei panni di una cantina o azienda in generale che deve far costruire il proprio sito web. A chi mi devo rivolgere per il mio nuovo sito web? Lo faccio fare al figlio del mio vicino di casa o mi devo rivolgere ad una vera web agency? E quanto mi costerà? Ma la cifra che mi hanno chiesto è giusta oppure mi stanno rifilando una fregatura? Il budget che ho deciso di destinare per nuovo sito web è sufficiente oppure no? Ho un piccolo budget posso aspirare a qualcosa di buono oppure no? Il web designer che ho scelto mi sta consigliando bene oppure no? Ma la parte SEO che sto pagando un mucchio di soldi mi porterà dei risultati tangibili oppure no? Insomma le domande come queste possono essere decine e decine quindi per una azienda è davvero difficile scegliere e soprattutto essere sicuri della scelta fatta. Insomma per le aziende spesso è un salto nel buio, e devono solo sperare di aver fatto la scelta giusta. Quindi non ci pensare più, magari come dici tu tra un’anno decidete così all’improvviso di cambiare l’attuale sito web con uno più nuovo e magari migliore. A presto.

Leave a comment