MPS Tenimenti: Operazione 1472

Monte dei Paschi di Siena nello scorso mese di ottobre ha avviato una operazione di brand extension senza precedenti, almeno nel settore bancario. Adesso voi vi chiederete ma cosa c’entra una banca con un blog di marketing vinicolo? E invece c’entra, si tratta infatti di una operazione di brand extension che interessa i vini di MPS Tenimenti, aziende agricole del gruppo Monte dei Paschi di Siena. La brand extension costituisce una operazione strategica di grande importanza ai fini dello sviluppo del valore di un brand. E’ una operazione molto diffusa, e contemporaneamente molto rischiosa, perché nel caso peggiore non solo si va contro all’insuccesso del prodotto collegato, ma si rischiano effetti negativi anche su quelli di origine. Ovviamente nel caso di MPS tutto sembra filare liscio. Infatti MPS dichiara di aver venduto oltre 300 mila euro di vino solo nei primi 4 mesi di operatività, di cui un terzo esclusivamente via Internet grazie all’e-commerce.

MPS Tenimenti vini 1472

MPS Tenimenti vini 1472

Sito web MPS Tenimenti 1472

Sito web MPS Tenimenti 1472

Per l’occasione è stato infatti creato un sito web ad hoc, www.1472.it (1472 anno di fondazione di MPS). I tassi di conversione sono stati del 6% circa, il che vuol dire che su 100 visitatori del sito web ben 6 uscivano solo dopo aver comprato del vino. Questo dovrebbe far riflettere le tante cantine italiane che ancora si ostinano a non puntare sull’e-commerce del vino. Fatturare oltre 100 mila euro di vino solo con l’e-commerce in pochi mesi è veramente un risultato notevole. Certo MPS Tenimenti credo abbia sfruttato a suo vantaggio la gran diffusione degli sportelli bancari sul territorio italiano per far conoscere l’operazione di brand extension, e portare così traffico sul sito web. Poi aggiungiamoci i vari articoli apparsi su quotidiani, settimanali, e siti internet e il gioco è fatto. Per una comune cantina tutto ciò sarebbe praticamente impossibile, ma un e-commerce di successo rimane tuttavia fattibile.

Ho riportato questa notizia, non per far pubblicità a MPS tenimenti, ma al contrario semplicemente per far capire a tutte quelle cantine che hanno un sito web con annesso e-commerce come devono operare per aver anche loro la loro parte di successo. La parola magica è traffico, traffico, e ancora traffico. Solo con un sito web molto visitato è possibile avere successo. Tassi di conversione compressi tra l’1% e il 5% sono da considerarsi molto buoni, anzi ottimi, solo grandi nome dell’e-commerce (come Amazon) possono avere tassi di conversione a due cifre dell’ordine del 12÷15%. Ma come si fa a portare traffico sul proprio sito web e trasformare i visitatori in clienti?

Un sito web di qualità ottimizzato per i motori di ricerca (SEO), pubblicità sui principali portali di settore, pubblicità con Google AdWords, commenti sui blog di settore e affini, frequentazione attiva dei social networks, e pubblicazione di video su YouTube. Questo è il minimo, e vi assicuro che per avere successo bisogna svolgere tutte queste attività seriamente. Anche perché oggi dire semplicemente “ci sono” non è più sufficiente. Su Internet? Ci sono! Su Facebook? Ci sono! E su Twitter? Certo, sono anche li! Anche io posso partecipare alla maratona di New York, ma una cosa è esserci, e una cosa è invece partecipare attivamente per il raggiungimento di determinati risultati, che non devono necessariamente essere i migliori in assoluto. Oggi bisogna veramente darsi da fare per avere successo, perché purtroppo tutto non sarà mai più come prima. L’e-commerce è solo un altro canale di vendita, perché allora non utilizzarlo a dovere?

Ah, dimenticavo! Da questo mese l’operazione di brand extension di MPS comprende anche una linea di abbigliamento, se vi interessa?

MPS felpa 1472

MPS felpa 1472

8 comments

  1. Fabio Italiano

    :) la tua domanda mi fa sorridere, non ci crederai ma non sono presente in nessun social netwoork, sto almeno 12 ore al giorno al computer, ma non ho tempo per socializzare, in ogni caso ritengo facebook una vera discarica, ormai ci stanno cani e cani per cazzaggiare. Facci caso Facebook sta fagocitando l’intera rete, ormai è possibile mettere di tutto. Un discorso a parte per Twitter, lo considero un vero gioiello “social”, e può essere veramente utile per le aziende che desiderano fare business.

  2. cantinetta

    Gurda da esperienza personale purtroppo Twitter non porta nessuna vendita a differenza di facebook che mi ha portato vendite e molte visite “target”
    Peccato che non hai una bella pagina perchè leggo con piacere i tuoi post dato che sono sempre molto utili

    ps
    1- metti un link al tuo twitter che cosi tengo aggiornati i nostri follower dei tuoi articoli
    2
    se ti va dai un’occhiata alla mia :-)
    http://www.facebook.com/cistacantinetta come vedi non è una discarica :-)

  3. Fabio Italiano

    Non ho nemmeno un account su Twitter, anche se come ti ho già detto mi piace l’idea, e può essere molto utile per le aziende. Tranquillo ho visitato sia il tuo sito web che la tua pagina su Facebook, e anche il tuo account su Twitter e devo dire che sono molto pulite e ordinate, complimenti. Se Twitter non ti ha portato clienti al contrario di Facebook allora significa che hai sbagliato qualcosina, oppure che devi operare diversamente. Spesso le aziende pensano che i social networks siano espressamente per fare affari, ma non è così. Dopotutto si chiamano social networks e non business networks :)

  4. Cantinetta

    E che non lo so :-)
    Ma tutto è un dare e avere e poi per tutto le statistiche sono fondamentali per capire come tira il vento…in realtà credo che in Italia twitter sia usato molto soprattutto tra blogger ed esperti del settore… come evidenziano le ultime statistiche…. comunque il tuo blog ha molto da dire….e DEVE avere almento twitter… :-) bisogna prendere le cose positive di ogni cosa

  5. Fabio Italiano

    Purtroppo non ho il tempo neanche per postare un piccolo messaggio su Twitter, ormai da tanto tempo non commento neppure sui blog di altri per mancanza di tempo. Tanti anni fa, quando ho iniziato a lavorare con Internet, riuscivo a fare di tutto, seguivo praticamente tutte le discipline, web design, web development, seo, web marketing, ecc. ecc. Oggi le cose vanno così veloci che non riesco praticamente a stare al passo. Credimi le mie giornate dovrebbero essere di 48 ore, e già comincio a pentirmi delle scelte fatte. Invidio le persone che tornano a casa e possono rilassarsi, dedicarsi alla famiglia, uscire nel weekend. Per me ormai non esiste più tempo libero, e il problema è che i guadagni si riducono sempre di più :(

  6. cantinetta

    Non sai quanto ti capisco, facciamo una cosa, gli articoli più interessanti e generici li pubblichiamo sulla nostra pagina!!!
    Cosa ne dici??

Leave a comment