Anche il marketing del vino può essere egocentrico

Alcuni giorni fa ho ricevuto una e-mail con una richiesta particolare da un notissimo produttore di vino italiano. La persona che mi ha contattato chiedeva per conto dell’azienda la cancellazione immediata di tutte le schede (nel loro caso una) che li riguardavano come marchio presenti nel mio portale www.bereilvino.it. Era già capitato in passato tre o quattro volte una tale richiesta, ma si è sempre trattato di piccoli produttori vinicoli completamente sconosciuti. E siccome è loro diritto chiedere la cancellazione dei propri dati da eventuali elenchi pubblici io puntualmente esaudisco la loro richiesta senza neppure chiederne la motivazione, anche perché sinceramente non me ne importa nulla. La richiesta è comunque strana nel caso di una attività commerciale come quella di una cantina, posso capire la modifica dei dati eventualmente sbagliati, ma la completa cancellazione dal punto di vista del marketing assolutamente no. Comunque come detto prima in precedenza non me ne importa proprio nulla. Ma questa volte è diverso perché la richiesta proviene da un produttore di primissimo piano che ha fatto del marketing la sua arma vincente. Un produttore che tanti anni fa si è dimostrato capace e lungimirante, e che ha deciso di correre quando tutti gli altri produttori di vino ancora andavano a carponi o nel migliore dei casi camminavano. Per questo quando ho visto la comparsa dell’avviso di notifica arrivo e-mail nella barra delle applicazioni del mio computer ho pensato subito ad una e-mail di spam. Anche perché queste cantine non ti contattano mai, e non ti degnano della minima attenzione. Ma poi con mia sorpresa l’e-mail è risultata verissima, e non una e-mail di spam. Lasciando perdere la richiesta di cancellazione in se, quello che mi ha lasciato perplesso è la motivazione. Ho letto il contenuto del messaggio diverse volte, e ho continuato a rileggerlo, rileggerlo e ancora rileggerlo. Adesso potete leggerlo anche voi.

Esempio di marketing egocentrico

Esempio di marketing egocentrico

Il marketing egocentrico allora è ancora vivo mi son detto! Per la verità è una tipologia di marketing molto praticata tra i produttori di vino. Nel caso del produttore di vino in questione il successo del suo marchio non è dovuto ovviamente al marketing egocentrico per carità. Si arriva al marketing egocentrico solo con gli anni, il successo infatti da alla testa a tantissime persone. E non è un bene, il marketing egocentrico è infatti uno degli errori di marketing più comune, forse il numero uno in solitario. Specialmente in un periodo come questo, di crisi e concorrenza spietata. Qualunque professore o guru del marketing serio può confermarlo. Il marketing del vino egocentrico nuoce alla salute. Una cantina se vuole avere successo oggi deve evitare l’egocentrismo in ogni sua forma. I marchi come quello dell’e-mail hanno potuto raggiungere una tale successo grazie sì alla capacità e alla lungimiranza della persona che l’ha guida, ma sopratutto grazie a una legge naturale che spesso aiuta gli intraprendenti, e cioè quella di essere primi. Essere i primi nell’adottare strategie e visioni aziendali innovative, essere i primi a puntare su prodotti di qualità, essere i primi nel mercato di riferimento, essere i primi nel venire a contatto con le persone giuste nel momento giusto, e via discorrendo. Purtroppo il rovescio della medaglia è l’alto rischio di diventare portatori di egocentrismo non sano, come in questo caso. Oggi comunque un tale successo sarebbe molto probabilmente irripetibile, per tantissimi motivi che non sto qui ad elencare, quindi il mio umile consiglio è quello di evitare il marketing del vino egocentrico quando con la vostra cantina arriveranno i primi successi.

I love me - Messaggio egocentrico

I love me - Messaggio egocentrico

Perché l’egocentrismo in generale non piace a nessuno. Immaginate per un istante di essere single, e di avere un appuntamento al buio con un tizio o una tizia. Andate in un bel locale, tutto è perfetto il posto, la musica, le persone intorno, ma il tizio o la tizia vi sta facendo la testa quanto una mongolfiera… io questo, io quello, io così, io colà, io, io, e ancora io. E voi li a guardare continuamente di nascosto l’orologio nella speranza che il tempo passi alla velocità della luce. Si perché con queste persone si può parlare solo quando lo permettono loro e solo se parlate di loro e come piace a loro. Esattamente come nel caso di questa cantina. Cosa succede allora un questi casi? Semplice, che la maggior parte delle persone normali eviterà in futuro di uscire nuovamente con la persona egocentrica. Cioè si allontanano dalla persona per quanto loro possibile, si perché si può avere anche la sfortuna di averlo in famiglia :) Lo stesso discorso dicasi per le cantine di successo che adottano il marketing egocentrico. E’ vero i loro vini probabilmente saranno presenti nelle liste dei vini dei migliori ristoranti e enoteche del mondo, ma sono la solo per imbellire le liste, come la carta da parati e i quadri in una stanza, e stazionano pertanto per anni nei loro magazzini anche se sono buoni vini. Ogni tanto si vendono pure, per esempio a ricchi signori che non ne capiscono nulla di vino ma che lo prendono proprio perché è un marchio noto e perché costa molto, insomma una sorta di status symbol, per farsi notare. Oppure si vendono a persone che sono nelle prime fasi del loro lungo percorso per diventare amanti ed esperti di vino, perché poi le loro preferenze andranno verso altri lidi. Morale della favola? Il marketing egocentrico con il tempo allontana le persone. E questo quello che volete per la vostra cantina?

P.S. Nel messaggio dell’e-mail si fa riferimento ad una mia e-mail. Bene, si riferisce ad una e-mail che io mando una volta l’anno a tutte le cantine presenti nel mio portale, e in cui chiedo gentilmente di controllare i propri dati aziendali per mantenerli sempre aggiornati, e chiedo inoltre se lo desiderano di fornire una bella descrizione aziendale per rendere la scheda più completa. Ah, dimenticavo, il tutto è fatto a titolo gratuito.

6 comments

  1. cantiniere

    Ho notato con grande piacere che anche la mia azienda è presente nel tuo potale,
    appena avrò on line il nuovo sito completerò anche il mio profilo
    grazie!

  2. Fabio Italiano

    Fai con comodo, non ti preoccupare, appena avrai tutto pronto completerò la tua scheda volentieri. A presto.

  3. Fabio Italiano

    Dai Gianluca che non è difficile? Non è comunque veneto! Forza ragazzi, chi indovina il nome vince una campagna banner di 6 mesi nel mio portale :)

  4. Gianluca Colò

    [email protected]@ ???

    :)

  5. Fabio Italiano

    Che ti devo dire Gianluca? La tua risposta era finita tra lo spam… ma hai vinto!!! Contattami per email così ti dico cosa mi serve per attivarti la campagna banner. Alla faccia di tutte le cantine che non credono alle opportunità che offre la rete :)

Leave a comment