Come creare un contest di successo per il Vinitaly

Ormai il prossimo vinitaly è alle porte, mancano appena 3 settimane, ma ritengo che ci sia ancora tempo sufficiente per preparare un piccolo contest per l’evento. Vinitaly è la manifestazione di riferimento del settore vinicolo, oltre 150 mila visitatori provenienti da circa 120 Paesi. Quattro giorni di grandi eventi, rassegne, degustazioni e workshop mirati all’incontro delle cantine espositrici con gli operatori del settore, ma anche con tantissimi semplici consumatori e appassionati di vino. Infatti, anche se il Vinitaly è una fiera professionale, tanti visitatori sono semplici consumatori e appassionati di vino, perché il vino, diciamoci la verità, è uno di quei prodotti che è spesso presente nei momenti più belli della nostra quotidianità, e quindi è del tutto normale che tantissimi visitatori non siano operatori del settore.

Quando una cantina partecipa ad una fiera importante come quella del Vinitaly nulla è più deprimente dal vedere il proprio stand vuoto o poco frequentato, soprattutto quando quelli dei nostri vicini sono stracolmi di visitatori. Ovviamente, sono soprattutto le piccole cantine a soffrire parecchio di questo problema, i grandi marchi hanno sempre gli stand stracolmi di gente, perché sono più preparati e abituati a gestire gli eventi importanti come il Vinitaly. Al contrario le piccole cantine, e i marchi meno conosciuti hanno serie difficoltà a riempire il loro stand con continuità, e quindi durante l’arco della giornata ci possono essere spesso momenti in cui non ci sono visitatori nello stando, o comunque, se ci sono, sono veramente pochi. Allora perché non provare a riempire lo stand con un contest, ovvero con un concorso a premi? Perché non invogliare i semplici visitatori a fermarsi allo stand per conoscere il vostro marchio e i vostri prodotti?

Uno dei modi migliori per farlo è proprio quello di organizzare un contest all’interno del proprio stand! Non deve essere necessariamente qualcosa di complicato, anzi al contrario, deve essere qualcosa di veramente semplice, immediato, veloce, e soprattutto ci deve essere un premio!!! Per esempio, potete organizzare un photo contest o un video contest perché si prestano benissimo al caso. Al giorno d’oggi infatti tutti dispongono di un telefonino, e utilizzano i vari social networks, quindi il contest è facile da organizzare.

Allora come detto, supponiamo che il contest sia un photo contest con Twitter, che prevede il semplice passaggio dal vostro stand, la degustazione dei vostri vini, e la condivisione su Twitter di un selfie scattato con voi proprio all’interno dello stand. Come premio, per ogni 100 partecipanti, ci sarà una bella cassa di 6 bottiglie del vostro vino, che verrà spedita a casa di ogni vincitore. Come potente immaginare il contest è semplice da realizzare ma per avere successo bisogna prepararsi bene. La prima cosa da fare è quella di scegliere un bel #hashtag da utilizzare per il contest, per esempio #ilmiovinitaly, sono sicuro che voi potete fare di meglio nella scelta del vostro #hashtag, magari mettendo il nome del vostro marchio o quello di un vostro vino, e via discorrendo. Gli #hashtag hanno un ruolo fondamentale nelle strategie di social media marketing, ma anche nei contest come questo. Perché migliorano la visibilità del contest, aiutano la percezione del brand, e permettono soprattutto il monitoraggio dei risultati. Oltre alla scelta di un buon #hashtag, vi consiglio di preparare anche un bella frase che contiene il vostro #hashtag così i visitatori del vostro stand, che parteciperanno al contest, non perderanno neppure il tempo per pensare a cosa scrivere per esempio nel loro tweet, perché lo hanno già bello e pronto.

A questo punto è il momento di divulgare la notizia del vostro contest con ogni mezzo, quindi utilizzando i diversi social networks, inviando comunicati stampa ai vari portali e chiedendone la pubblicazione, scrivendo ai diversi blogger del vino per chiedere anche a loro di partecipare, etc. etc. Dovete farlo soprattutto nelle due settimane che precedono l’evento, così le persone non lo dimenticano, ma ricordate però, che deve essere fatto con una certa costanza. Con questo però non voglio dire che dovete diffondere continuamente lo stesso tipo di contenuto (testo, immagini, video), altrimenti la gente si annoia. Cambiate continuamente i contenuti, rendeteli coinvolgenti. Durante questo breve periodo controllate giornalmente le statistiche del vostro sito web. Se state facendo le cose per bene, correttamente, dovreste vedere un netto incremento dei visitatori sul vostro sito web, in particolare sulla pagina dedicata al contest. Infatti, tutte le informazioni dettagliate sul contest, tipo il regolamento, il premio, e via discorrendo dovete metterle sul vostro sito web, e non per esempio sulla vostra pagina Facebook. Sui social networks dovete si menzionare il contest, anticipando alcune informazioni, coinvolgendo le persone, ma il resto della notizia la devono leggere sul sito web. Perché? Semplice, per misurare la reale efficacia della vostra strategia di comunicazione. Molto spesso le persone regalano i propri like, condividono le notizie, ti aggiungono ai preferiti, e il tutto senza aver letto nulla della notizia!!! Quindi se io pubblico la notizia del mio contest sul mio profilo di Facebook o Twitter, per esempio, non mi basta contare i like o le condivisione, voglio avere una misura precisa dell’efficacia della mia comunicazione, e questo è possibile solo se cliccano su un link che porta alla notizia completa presente nel mio sito web.

A questo punto, dopo aver fatto tutto il possibile e l’immaginabile per comunicare a tutto il “mondo” il nostro piccolo concorso a premi, e tempo di prepararsi per la fiera. Per lo stand servono poche cose, una persona preparata e simpatica, un bel display che faccia riferimento al vostro contest e che le persone possono leggere passando davanti al vostro stand, un piccolo gadget da regalare, un semplice modulo per prendere nota dei dati personali delle persone che partecipano al contest, e una bella paginetta con l’informativa sulla privacy. La persona a cui assegnare il compito di ricevere i visitatori deve essere ovviamente simpatica, ben preparata nel guidare i visitatori con le degustazioni dei vini, e soprattutto intraprendente. Cioè non deve aspettare che i visitatori entrino da soli, ma deve provare a convincerne sempre di più tra quelli che passano davanti allo stand. Anche perché di persone che non sanno nulla del contest ne passeranno centinai e centinai davanti allo stand. In aiuto della persona, in questa azione di convincimento, e di persuasione troviamo il display professionale fatto realizzare per l’occasione. Nel display deve essere ben visibile un messaggio adhoc che fa riferimento al contest, che tutti ma proprio tutti posso leggere passando davanti allo stand. Non dimenticare di menzionare il premio, una bella cassa di vino per ogni 100 partecipanti, se siete di manica larga potete fare anche ogni 50 partecipanti. 

Adesso non vi resta che far degustare i vostri vini ai visitatori, e convincerli a partecipare al contest. Chiedete loro di compilare il modulo con nome, cognome, ed email necessari per recapitare le casse di vino ai vincitori. Non dimenticate di mostrare loro la paginetta con l’informativa sulla privacy, e sull’uso che farete dei loro dati. Vi assicuro che le persone apprezzeranno la vostra serietà. Ringraziate i partecipanti, e prima di salutarli, donate loro il gadget. Che tipo di gadget? Un DropStop va benissimo, perché è un oggettino utile e poco costoso. Il DropStop però deve essere personalizzato con il vostro logo, l’indirizzo del vostro sito web, e udite udite un bel codice promozionale (coupon) che possono utilizzare per acquistare sul vostro sito web i vostri buonissimi vini ad un prezzo decisamente vantaggioso. Durante tutto il periodo del Vinitaly non smettete di comunicare e divulgare online il vostro contest, e soprattutto non smettete di tenere d’occhio le statistiche del vostro sito web, e perché non dei vostri account sui vari social networks.

DropStop

Cari produttori, se organizzate tutto bene e nei minimi dettagli vi assicuro che ci sarà un bel ritorno di immagine per la vostra bella cantina. E soprattutto ritornerete a casa con un bel numero di contatti. E sì, avete già dimenticato i dati raccolti? Infatti, potete utilizzare tutti i dati raccolti, non solo per comunicare a tutti chi è, o chi sono i fortunati vincitori, ma anche e soprattutto per fidelizzarli ulteriormente. Inoltre, con il coupon stampato sul DropStop che avete dato in omaggio, potete anche valutare l’efficacia del contest anche a distanza di giorni dalla fine dell’evento. Perché se i vini sono piaciuti, ed ai visitatori è rimasto un bel ricordo, alcuni non esiteranno ad ordinare i vostri vini sul vostro sito, grazie allo sconto che avete dato. Buon Vinitaly a tutti!

4 comments

  1. Sara

    Articolo molto interessante. Mi chiedo però se la rete wifi della fiera o la rete dati personale in un contesto con tante persone come questo possano reggere. Mi è capitato l’anno scorso di non riuscire a pubblicare quasi nulla in tempo reale proprio per questo motivo. Qualche soluzione? Grazie mille

  2. Fabio Italiano

    Ciao Sara, purtroppo è un problema ricorrente quello della connessione internet al Vinitaly, e tutti sperano che con la nuova edizione il problema sia risolto. L’unico modo è quello di migliorare la struttura di comunicazione, dal punto di vista tecnologico intendo, ma temo che ai responsabili della fiera non passi minimamente per l’anticamera del cervello offrire un servizio internet all’altezza, tanto loro hanno sicuramente delle linee dedicate, e possono navigare quanto vogliono. Al Prowein per esempio puoi comprare l’accesso, ogni stand può avere il proprio accesso internet, ma li sono in Germania e per i tedeschi l’efficienza è tutto :-)

  3. Claudia Caluori

    Offri spunti davvero interessanti, Fabio, ti ringrazio. Io mi occupo di internazionalizzazione d’impresa e penso che idee simili possano essere apprezzate anche all’estero. Così si può unire tradizione e innovazione (se così possiamo dire!).

  4. Fabio Italiano

    Ciao Claudia, grazie per le belle parole, anche se per la verità in questo mio piccolo blog do dei piccoli suggerimenti, niente di veramente particolare, almeno questo è quello che sembra a me. Tu comunque continua a seguirmi, e sei hai anche tu suggerimenti non esitare a postarli.

Leave a comment