Mobile friendly e pagespeed, 2 fattori di successo per i siti web

Oltre ad avere contenuti di qualità, ti sei mai chiesto quali sono le caratteristiche veramente importanti per il tuo sito web aziendale? Probabilmente no, se sei tra coloro che guardano solo il costo di realizzazione di un sito web. Tranquillo non sei solo nell’universo!

Al giorno d’oggi avere un sito web graficamente accattivante, che si adatta automaticamente a tutti i dispositivi mobile (mobile friendly), e allo stesso tempo si carica velocemente (high pagespeed) è un vero “must” per tutte le aziende. Soprattutto per le cantine che sono alla costante ricerca di nuovi clienti ai quattro angoli del mondo.

Ormai praticamente tutti sono connessi a Internet 24 ore su 24 con i loro telefonini. Tutti, per lavoro o per svago, si informano su Internet, e utilizzano le informazioni trovate per prendere decisioni o farsi un’idea su una certa cosa. Questa costante ricerca di informazioni avviene in qualsiasi momento della giornata, e praticamente in qualsiasi luogo. Questo perché i dispositivi mobile hanno cambiato profondamente il modo di vivere di tutti quanti noi.

Già oggi la quota di traffico mobile rappresenta circa il 50% dell’intero traffico Internet. Ed è proprio per questo motivo che tutti dovrebbero avere un sito web mobile friendly. Ma il solo sito web mobile friendly non basta, perché le persone oggi vanno di fretta. Vogliono tutto, e subito! Anche il consumo di informazioni trovate in rete avviene alla velocità della luce.

La maggior parte delle persone attende solo un paio di secondi prima di abbandonare un sito web, se quest’ultimo non mostra le informazioni che loro desiderano avere sin dai primi istanti. Alcuni studi, neppure tanto recenti, dimostrano come gli internauti non amano attendere, e tutto questo nonostante le connessioni ad Internet siano sempre più veloci. La velocità di caricamento di un sito web dovrebbe essere sempre inferiore ai 3 secondi. Più è veloce il caricamento, e meglio è.

E non è un caso se anche i motori di ricerca come Google premiano con migliori posizionamenti le pagine web dei siti mobile friendly che si caricano velocemente. Ovvero tutti quei siti che hanno una buona usabilità navigando da dispositivi mobile. L’esperienza d’uso (User Experience o UX) di un sito web è particolarmente importante anche ai fini delle conversioni. Rifletti, se le persone abbandonano quasi subito il tuo sito web, non avranno mai l’opportunità di leggere quello che di buono hai da offrire, non si iscriveranno mail alla tua newsletter, non acquisteranno mai i tuoi vini dall’e-shop, e via discorrendo.

Cosa significa tutto questo? Semplice, che se avete ancora oggi un sito web lento e non ottimizzato per smartphone o tablet è ora di correre ai ripari, e anche subito. Per aiutarvi però adesso vi farò conoscere due strumenti online utili per capire se il vostro sito web è adatto ai dispositivi mobile e veloce nel caricamento.

Il primo strumento che vi presento è la versione più “friendly” di Google PageSpeed Insight, ovvero il Mobile Website Speed Testing Tool: https://testmysite.thinkwithgoogle.com/. Basta inserire l’url del proprio sito web, cliccare sul pulsante “Test Now”, ed attendere pochi secondi per il responso finale.

Mobile website speed testing tool Google

Sotto il risultato di tre diverse cantine italiane, una grande, una media, e una piccolina: Frescobaldi; Zorzettig; e Santa Maria La Nave. Ho selezionato i siti web di queste tre cantine perché sono stati tutti realizzati con WordPress, la piattaforma di Content Management System più utilizzata e famosa del mondo, almeno per ora.

Google Score Frescobaldi
Google Score Zorzettig
Google Score Santa Maria La Nave

Il risultato del test ci dice che tutte e tre le cantine hanno dei siti web mobile friendly (mobile friendliness). Il colore verde del risultato sta proprio ad indicare che l’obiettivo è stato raggiunto. Per quanto riguarda la velocità di caricamento delle pagine web (mobile speed e desktop speed) invece il test ci dice che tutti e tre i siti web avrebbero bisogno dei miglioramenti.

Nella realtà il risultato della velocità di caricamento non è poi così drammatico come potrebbe sembrare a prima vista, perché il test di Google non ci dice esattamente nulla riguardo la velocità di caricamento reale. Per la cronaca, ottenere 100/100 in tutti e tre gli score è praticamente impossibile. Solo una semplice paginetta html potrebbe farlo. Ma i siti web delle cantine sono più di semplici paginette web!!

Per misurare la velocità di caricamento invece utilizzeremo un secondo strumento, molto ma molto utilizzato dai webdesigner di tutto il mondo. Lo strumento in questione si chiama Pingdom Website Speed Test: https://tools.pingdom.com/. Anche in questo caso bisogna inserire l’url del vostro sito web, selezionare la località, cliccare sul pulsante “Start Test”, ed aspettare alcuni secondi per il risultato finale.

Pingdom website speed test

La scelta della località è importante per valutare la velocità del sito web in località più distanti. Per esempio scegliendo Stoccolma come località il test ci dirà grosso modo qual è la velocità del nostro sito web nel continente europeo. Invece scegliendo New York o Melbourne ci darà un’idea della velocità di caricamento rispettivamente negli USA e in Australia.

Anche in questo caso ho fatto tre test con i siti web delle tre cantine precedenti. I siti web di Zorzettig e Santa Maria La Nave sono scesi sotto i 2 secondi, quindi son risultati abbastanza veloci nel caricamento della home page (generalmente la pagina più pesante di ogni sito web), mentre il sito web di Frescobaldi ha sfiorato i 5 secondi, un tantino troppi per la pazienza degli utenti internet.

Pingdom Score Frescobaldi

Pingdom Score Zorzettig

Pingdom Score Santa Maria La Nave

La velocità di caricamento dei siti web dovrebbe essere particolarmente importante per quelle cantine che desiderano lavorare con l’estero, e con paesi lontani, come la Cina, l’India, etc. etc. Perché un sito web lento nel continente europeo, risulterà lentissimo in quei paesi, e praticamente sarà destinato all’insuccesso.

I questo mio brevissimo articolo non sono andato a fondo nell’argomento perché riguarda argomenti un po’ troppo tecnici. Se avete un sito web che richiede miglioramenti, per esempio perché vi ha dato risultati scarsi nei due test sopra, allora potete contattarmi. Su richiesta infatti posso migliorare i vostri siti web aziendali, o ancora meglio, ve ne costruisco uno se non lo avete ancora. Per la cronaca il sito web della cantina Santa Maria La Nave è stato realizzato dal sottoscritto.

2 comments

  1. Egidio Imbrogno

    Ottimo articolo.

    Aggiungerei che anche GTmetrix è un ottimo tool che vi potrebbe essere utile nell’analisi della velocità.
    Inserire solo immagini leggere e installare tool come “Gzip” o “W3 Total Cache” qualora si utilizzi wordpress, è sicuramente un ottimo inizio per ottimizzare le performance del proprio sito.

  2. Fabio Italiano

    Ciao Egidio, si GTmetrix è un ottimo strumento per ottimizzare la velocità dei siti web, personalmente lo utilizzo sempre insieme a Pingdom Website Speed Test e Google PageSpeed Insight. Per quanto riguarda i plugin di caching, li ho provati tutti, e devo dire che WP Rocket è sicuramente il migliore, oltre che il più facile da configurare.

Leave a comment