Come scrivere un Tweet efficace: la regola delle 4 U

Oggi proverò ad insegnarvi qualcosa di veramente utile. Come scrivere un Tweet efficace, e raggiungere il maggior numero di persone possibile. Come probabilmente già tutti voi saprete, Twitter limita la lunghezza del Tweet a soli 140 caratteri. E questo è un bene visto che al giorno d’oggi andiamo tutti di fretta. Ciò significa però che bisogna essere molto ma molto creativi nello scrivere il singolo Tweet, soprattutto se si desidera massimizzare il coinvolgimento (engagement) delle persone.

Infatti, maggiore è il grado o livello di coinvolgimento per il tuo Tweet, maggiore sarà la portata delle persone raggiunte, e maggiore il numero di persone che diventeranno a loro volta tuoi Follower. In pratica funziona come un passa parola, ma digitale.

Visto il limitato spazio disponibile, per scrivere qualcosa di veramente coinvolgente per le persone che ci leggono, non è raro porsi delle domande simile a queste: Come si fa a scrivere su Twitter? Cosa scrivere su Twitter per farsi seguire? O ancora meglio, come scrivere un Tweet efficace? Potrebbero sembrare tutte domande molto semplici, ma non lo sono per nulla, perché altrimenti le persone non se le porrebbero affatto.

Continua a leggere

Come aumentare i follower su Twitter

Quella che mi appresto a scrivere è una vera e propria guida pratica su come aumentare i follower sul proprio account Twitter aziendale in modo del tutto naturale. In passato avevo già scritto un articolo simile proprio su questo blog, se vi interessa potente ancora leggerlo, anche il titolo per la verità è molto simile, ma i contenuti sono diversi: Come avere più followers su Twitter e non perderli. Però a distanza di anni le cose sono cambiate, e ho avuto per fortuna anche la possibilità di utilizzare diverse tecniche su diversi account Twitter, pertanto oggi voglio condividere con voi l’unica vera procedura da seguire per aumentare i follower sul vostro account Twitter aziendale.

Personalmente non amo i social network, ma Twitter mi ha colpito sin da subito per le potenzialità che offre, e me ne sono subito innamorato. E’ l’unico social network che utilizzo veramente. Nessun altro social network è in grado di offrirti le stesse opportunità di business che Twitter è in grado di offrirti. Non ho il tempo per dimostrarti perché Twitter è migliore di Facebook, Instagram, Google+, o di tanti altri social network, ma se seguirai attentamente la mia guida ne comprenderai facilmente il motivo.

Avere un account Twitter con pochi follower è una cosa del tutto inutile per un’azienda. Avere un account con poche centinaia di follower non basta per avere successo, e dare visibilità all’azienda, non basta neppure per venire a contatto con potenziali clienti. Un account su Twitter con veramente pochi follower non porta neppure vantaggi all’immagine aziendale. Al contrario un account con migliaia di follower, anzi con decine di migliaia di follower l’immagine aziendale ci guadagna, eccome! Una azienda con tantissimi follower ispira molta ma molta più fiducia rispetto ad una azienda con soli pochi follower. Ancora di più se l’azienda è una cantina.

Continua a leggere

Come avere più followers su Twitter e non perderli

Oggi vorrei provare a dare alcuni suggerimenti su come creare una corposa lista di followers su Twitter, e soprattutto come non perderli successivamente. Prima di procedere però vorrei anche fare una piccola premessa personale. Odio i social networks, soprattutto Facebook. Tuttavia anch’io alla fine ho ceduto al loro richiamo, e da alcuni mesi ho un account su Twitter (@bereilvino), che utilizzo esclusivamente per condividere le news che pubblico nel mio portale www.bereilvino.it, e qualche volta anche gli articoli che posto in questo mio piccolo blog. La cosa buffa è che dei suggerimenti che mi appresto a darvi non ne seguo neppure uno. E’ più forte di me, li odio i social networks!! Con tutto ciò devo ammettere che per le cantine l’utilizzo corretto dei vari social networks, Twitter in primis, può fare veramente la differenza. In particolare ritengo Twitter uno strumento estremamente professionale che, se usato nel migliore dei modi può portare parecchio traffico verso il proprio sito web, ed inoltre anche l’immagine della propria cantina (o marchio) può trarne parecchio vantaggio. Ma prima di darvi i mie pochi ma preziosi suggerimenti su cosa fare per avere sempre più followers su Twitter, voglio sprecare poche riga per farvi capire il motivo per cui alcuni di essi, dopo un certo lasso di tempo, vi mollano e non vi seguono più.

Avere un gran numero di followers è importantissimo per l’immagine di una cantina, quindi è cosa buona e giusta lavorare in quella direzione. La fuga di followers da un account Twitter quando è “circoscritta” è fisiologica, ma è endemica però quando diventa incontrollabile, ed è proprio questo ultimo caso che dobbiamo evitare. Ma quali sono le ragioni che fanno scappare i followers? Ce ne sono parecchie di ragioni, ma quelle più importanti le elenco di seguito:

– Non ricambiare il favore. Ebbene si, quando una persona comincia a seguirti su Twitter spera, anzi no, si aspetta sempre di essere ricambiata, a meno che tu non sia Elisabetta Canalis o George Clooney in persona.

– Sei poco interessante. Tu come persona magari sei interessante, ma hai la cattiva abitudine di scrivere stupidate del tipo “buonanotte”, oppure “ho pubblicato una foto su facebook” ma ti sei dimenticato però che è la tua ventesima volta in un giorno, o ancora peggio retweet tutto quello che ti viene a tiro senza alcuna logica di fondo. Bene se questo è il tuo caso, tranquillo allora, alla fine rimarranno solo i tuoi familiari e i tuoi amici più intimi come followers.

– Non sono realmente interessati a te. Un tecnica molto utilizzata per allungare la lista dei followers del proprio account è quella di seguire in ordine sparso il maggior numero possibile di persone, con il solo scopo di essere ricambiati. Trascorso un certo lasso di tempo, più o meno lungo, il “collezionista di followers” vi cancellerà dalla sua lista di followings mentre voi al contrario continuerete ad essere un suo “fedele” follower.

Avere piu followers su Twitter

Come potete facilmente immaginare, ci sono alcune cose che possono essere fatte in modo da ridurre al minimo la perdita di followers, ma non importa quello che farai, avrai comunque di tanto in tanto una perdita di followers del tutto fisiologica. La cura migliore a questo problema è quello di ottenere nuovi followers, possibilmente di qualità con una certa regolarità nel tempo. Resistete però alla tentazione di acquistare pacchetti di followers a destra e a manca, dopotutto è sempre meglio averne pochi ma buoni. Vediamo adesso però quali sono i miei suggerimenti per costruire una bella lista di followers di qualità senza poi farli scappare:

– Pubblicizzare l’account Twitter in ogni modo possibile. Non dimenticate di inserire il link “follow me” verso il vostro account di Twitter in ogni pagina del vostro sito web o del vostro blog, e non dimenticate neppure il classico pulsante “tweet this” per condividere i vostri contenuti. Indicate il vostro account anche nelle vostre e-mail, folders, comunicati stampa, etc. etc. Insomma più persone vengono a sapere della vostra presenza su Twitter e meglio è.

– Postare messaggi interessanti e con una certa frequenza. I vostri cinguettii devono essere interessanti e coinvolgenti, provate a condividere anche articoli di settore, a chiedere opinioni, a indirizzarli specificatamente ad un follower. Non dimenticate che i vostri messaggi devono esprimere positività e gioia di vivere. Inoltre non esagerate con gli #hashtags, un messaggio di 140 caratteri fatto solo di #hashtags non serve proprio a nulla, gli #hashtags sono solo parole chiavi che non comunicano niente ma devono solo servire ad evidenziare qualcosa di veramente importante. Infine aumentate la frequenza dei Tweets, ci sono persone che seguono centinaia di altre persone, e la probabilità che il vostro unico tweet giornaliero non venga notato è estremamente elevata.

– Ricercare potenziali followers con una certa regolarità. Nella vita bisogna essere propositivi per avere successo, e sui social networks vale la stessa regola. Per trovare sempre nuovi followers trasformatevi per circa 30 minuti al giorno (nei momenti di pausa e relax) in un vero “collezionista di followers”. Il metodo più semplice e logico è quello di puntare i followers dei vostri concorrenti. Se sono interessanti a seguire una cantina possono benissimo seguirne una seconda, una terza, e così via, no? Ovviamente a patto che voi siate interessanti. A questo punto iniziate a seguire 10, 20, o 30 dei loro followers e aspettate pazientemente. Una grossa percentuale di essi ricambierà volentieri il favore (circa il 30%) seguendovi a loro volta, che praticamente è proprio quello che volete. Ripetete la procedura ogni giorno fintanto che il numero dei vostri followings e quello dei vostri followers è pressoché uguale, a questo punto però è arrivato il momento di fare pulizia. Cancellate tutti quelli che non hanno ricambiato il favore, ovviamente se c’è ne qualcuno interessante continuate a seguirlo. Riprendete il procedimento appena descritto, e ripetetelo tutte le volte che avete tempo. Per individuare le persone che non hanno ricambiato il favore, o che hanno invece ricambiato, ma vi hanno mollato dopo un certo periodo di tempo più o meno lungo, utilizzate uno dei tanti strumenti utili al caso che si trovano online, a riguardo c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Promessa. Se fate tutto bene vi assicuro che nell’arco di alcuni mesi avrete una lista con tantissimi followrs di qualità da fare invidia.

P.S. Seguire tantissimi followers ha effetti positivi anche sul traffico del vostro sito web, infatti quando iniziate a seguire una nuova persona, questo molto spesso, se non vi conosce, clicca sul link presente nel vostro profilo. Va da se che se il vostro sito web lascia a desiderare il tizio sarà molto propenso a non ricambiare il favore.

Comprare Like e Followers online, il doping nell’era dei social network

Facebook, Twitter, o anche Linkedin, e recentemente anche Pinterest. Questi sono solo alcuni dei social network più famosi presenti sulla rete. Che il fenomeno dei social network non sia più solo un semplice fenomeno lo hanno capito tutti. I social Network sono diventati parte integrante della nostra quotidianità, e tantissimi li usano per restare in contatto con amici e conoscenti o anche per costruire rapporti professionali e di lavoro, le aziende per esempio, e quindi anche le cantine, per promuovere il loro marchio e via discorrendo. Io personalmente non sono un amante dei social network e non a caso devo ammettere. Sono utili solo se si utilizzano correttamente e senza esagerare, in caso contrario sono del tutto inutili. Social network come Facebook e Twitter sono molto utili per fare branding, ma anche e soprattutto per far crescere la propria reputazione online e per migliorare il posizionamento del proprio sito web nei motori di ricerca. Tuttavia voglio sfatare subito un mito. Essere presenti sui social network non vuol dire dover avere sicuramente successo, e non mi stancherò mai di dirlo. Spesso si sente parlare di questa o di quella azienda che ha avuto successo grazie ai social network, ma non si sente parlare mai delle tantissime aziende che quello stesso successo non lo hanno avuto. In poche parole si parla sono dei pochi casi di successo e mai dei tantissimi e anche troppi casi di insuccesso. Quindi attenzione a riporre tutte le uova nello stesso paniere.

Social network

Come detto in precedenza utilizzare i social network è utile per migliorare la reputazione online e per migliorare il posizionamento del proprio sito web nei motori di ricerca. Affinché tutto ciò sia possibile è necessario però che cresca il numero dei fans della nostra pagina Facebook, o dei followers del nostro account Twitter. Ma come? Esistono fondamentalmente due diverse vie che possiamo seguire. La prima quella naturale, quella che preferisce il sottoscritto per inteso, che consiste nello dedicare almeno 2/3 ore al giorno (si avete letto benissimo) alla rete, inserendo il maggior numero di contenuti di qualità un po’ ovunque, su Facebook, Twitter, e altri social network, ma anche facendo un po’ di article marketing, interagendo con le persone sui vari blog di settore, migliorando il proprio sito web, e facendo anche pubblicità online. Insomma facendo le cose per bene. La seconda via invece è quella del doping, e cioè comprare i Like e i Followers su Internet. E che ci crediate oppure no, sono tantissimi quelli che la seguono questa seconda via, perché richiede un investimento in tempo e denaro infinitamente inferiore. Credetemi sono tantissime le aziende che fanno ricorso a questi stratagemmi, ma ci sono anche politici e personaggi dello spettacolo che il piccolo aiutino non lo rifiutano mai. E poi diciamoci la verità, è più figo avere una pagina Facebook con 20/30.000 mila fans che una con un centinaio di fans fatta solo di parenti e amici intimi.

Comprare fans Facebook

Internet è un continuo fiorire di siti e sitarelli che vendono pacchetti di like e followers a poche decine di euro. Basta cercare su Google con la parola chiave “comprare fans facebook” per esempio che se ne trovano a vagonate di questi siti. Ora qualcuno magari si chiederà, ma sono tutti veri questi fans che ti portano? La risposta è Nì, ovvero ne no e neppure sì. Li dentro c’è un po’ di tutto. In genere la società che vende questi pacchetti di like per esempio crea un falso profilo Facebook con una foto di una ragazza attraente in cui inserisce anche periodicamente dei contenuti, poi inizia a inoltrare richieste di amicizia. L’utente di Facebook riceve la richiesta e cede alla richiesta della bella fanciulla, ed infine accetta. In pratica si sfrutta la “sensibilità” maschile verso il sesso debole (ma la donna è ancora il sesso debole al giorno d’oggi?) e poi si promette magari la visualizzazione di un video in cambio di un semplice ‘mi piace’. Quando poi si clicca sul “mi piace” si diventa fan della pagina desiderata dalla società, la tua!!! Questo è solo una dei tanti stratagemmi, immaginate un po’ voi quanti “mi piace” hanno raccolto pubblicizzando magari un link con il video hard di Belen Rodriguez?

Bene, morale della favola? Se qualche web agency più o meno nota vi propone un servizio di social marketing per migliorare la vostra reputazione online in particolare su Facebook e Twitter promettendovi like e followers a gogo, informatevi bene come hanno intenzione di raggiungere il risultato promesso. Non sto dicendo infatti che sia sbagliato far ricorso a questi espedienti, ma semplicemente di non esagerare. Dopo tutto meglio 1.000 fans o followers veri che 10.000 praticamente falsi.