A volte ritornano: Tenute Dettori

Questa mattina controllando la posta elettronica ho trovato una newsletter delle Tenute Dettori. Non sono frequenti le newsletter di questa bella realtà sarda con sede a Badde Nigolosu, e quindi l’ho immediatamente letta. Il contenuto del messaggio era il seguente: “Dopo 5 anni ritorniamo al Vinitaly. Ci troverete nel “Gruppo Sardegna”: Pad. 7B – stand A3-C7. Abbiamo fatto tanta strada grazie al vostro affetto ed alla vostra fiducia. Per tutti voi in degustazione le annate correnti, le annate storiche (tutte) e importanti anteprime: come: il Dettori Bianco 2007, l’Ottomarzo 2007 ed il Chimbanta&Battoro 2006. Un caro saluto. Famiglia Dettori.”

Beh, nulla di male se non fosse che io ricordo ancora una loro newsletter, penso quindi di 5 anni fa, nella quale annunciavano la loro assenza dal Vinitaly. Il contenuto del messaggio era grossomodo il seguente: “Spiacenti ma da quest’anno non saremo più presenti al Vinitaly. Il successo avuto dai nostri vini, e quindi la folla di visitatori al nostro stand ci impedisce di lavorare tranquillamente, e seguire attentamente i nostri clienti.” Il contenuto di quel messaggio era così forte e chiaro, che alle mie orecchie suonava anche un tantino arrogante. E pensai subito, ecco qui un’altra cantina che si è fatta un nome, e snobba il Vinitaly perché non lo ritiene più utile al proprio business. Gli affari vanno bene, i clienti ci sono, perché andarci? Adesso con questa nuova newsletter la domanda sorge spontanea, perché adesso dopo 5 anni ritornano? Un calo delle vendite? Probabile! E invece No! Leggete il commento del diretto interessato. E visto che ci siete visitate anche il sito della cantina Tenute Dettori.