Permettetemi questa volta di iniziare il mio articolo subito con alcuni numeri. Il 46% di tutte le ricerche su Google sono ricerche locali. Il 50% delle ricerche fatte su telefonino riguardano nomi di aziende, indirizzi, numeri di telefono, e servizi vari. Il 18% delle ricerche locali si conclude con un acquisto. Il 78% delle ricerche mobile generano un acquisto offline. Il 50% dei consumatori che fanno ricerche in locale visitano un negozio entro un giorno lavorativo. Potrei continuare con decine di queste statistiche che potete tranquillamente trovare ovunque su Internet ma mi fermo qui, perché vorrei provare a spiegare il perché di questi numeri.

In breve, quando una persona cerca qualcosa online per soddisfare alcuni bisogni personali, si tratta quasi sempre di una ricerca locale. Tipiche ricerche locali sono: cercare un idrauilico, cercare un ristorante romantico, cercare una farmacia aperta, e perché no, cercare una cantina dove poter organizzare una bella degustazione di vini. In questo preciso momento migliaia e migliaia di persone stanno facendo sicuramente una ricerca locale. E i tuoi potenziali clienti non sono diversi. Se sono intenzionati a visitare una cantina per una degustazione probabilmente faranno prima una bella ricerca su Internet.

I numeri ci dicono che i trend sono in crescita, e che sempre più persone per soddisfare i propri bisogni fanno ricerche online, soprattutto ricerche locali. E i motori di ricerca come Google ovviamente si muovono in tale direzione per soddisfare tali bisogni. Ancora un numero. Nel 93% delle ricerche locali il grande G nella pagina dei risultati mostra il cosidetto Google Local 3-Pack. Cos’è il Google Local 3-pack? Ti basta guardare l’immagine sottostante per capirlo, e per renderti conto di averlo già visto centinaia e centinaia di volta durante il tuo navigare online.

Google Local 3-pack

Google Local 3-pack

Non a caso i servizi di posizionamento locale (Local SEO) stanno diventando di fondamentale importanza per il business delle aziende. E anche per le tantissime cantine sarà importante, nell’immediato futuro, avere una buona strategia di posizionamento locale. Basta pensare a tutte quelle struttute che oltre alla visita in cantina e alle degustazioni di vino offronoanche servizi di ristorazione, affittano camere, e alter tipologie di servizi legati all’ospitalità. La soluzione ideale, per ottenere I migliori risultati possibili, è quella di affidarsi ad un consulente esterno professionale in grado di curare la strategia aziendale per il posizionamento locale. In alternative è possibile farlo anche in prima persona se si desirera risparmiare soldi, ma i risultati chiaramente non saranno gli stessi. Comunque sempre meglio di niente.

Il punto di partenza per una strategia di Local SEO a prova di bomba? Google My Business (GMB) naturalmente! Google My Business è uno strumento gratuito, offerto ovviamente dall’omonimo motore di ricerca, numero uno al mondo per traffico web, che ti consente di gestire la presenza online della tua attività locale su Google, compresi Google Ricerca e Google Maps. In breve Google My Business è un potente strumento di ricerca, selezione, promozione, informazione, recensione di attività professionali e commerciali locali che aiuta le azienda a trovare nuovi clienti.

Scheda GMB Fattoria dei Barbi

Scheda GMB Fattoria dei Barbi

Probabilmente adesso ti stai chiedendo, ma mi serve per davvero Google My Business se ho già un sito web? Assolutamente sì, Google My Business completa il tuo sito web esistente perché garantisce alla tua attività commerciale un’identità pubblica e la presenza su Google con una scheda. Le informazioni che fornisci sulla tua attività commerciale possono essere visualizzate nella Ricerca Google e su Maps e Google+. Pertanto avere una scheda dedicata su Google My Business è imperativo per la tua attività. Di seguito ti mostro il riepilogo delle statistiche mensili di una piccolissima cantina che utilizza GMB moderatamente, e cioè senza troppo impegno, questo per farti capire l’importanza già per aziende di piccole dimensioni.

Contenuto email riepilogo statistiche gmb

Contenuto email riepilogo statistiche GMB di una piccola cantina

Come registrarsi a Google My Business

Vediamo adesso però quali sono i passi da fare per sfruttare questo potente strumento di promozione online. La prima cosa da fare, prima di registrarsi, è quella di verificare la presenza della tua attività nell’elenco locale (Local Listing) del motore di ricerca, perché la probabilità che esista già una scheda della tua azienda è alta. Quindi vai su Google e cerca la tua attività per nome. I risultati della ricerca possono essere di tre tipi, scheda non esistente, scheda esistente ma non verificata, e scheda esistente ma verificata.

Nel primo caso, la colonna di destra della pagina dei risultati di Google sarà vuota, completamente bianca. Nel secondo caso ci sarà la scheda della tua attività, ma con un link avente la scritta in cui chiede se sei il proprietario. Nel terzo caso, la scheda è verificata quindi non devi fare nulla. Per semplicità supponiamo di trovarci nel primo caso, quindi scheda dell’attività completamente inesistente, che comprende tutti i passaggi per poter creare una propria scheda. Per registrarti, procedi nel seguente modo:

Vai alla pagina google.com/business e fai clic su Prova ora nell’angolo in alto a destra della pagina, e accedi al tuo account Google oppure creane uno se non utilizzi già i servizi Google, ma sono sicuro che già ne utilizzi uno.

Google My Business

Google My Business

Inserisci il nome della tua attività e fai clic su Avanti, puoi anche selezionare la tua attività dai suggerimenti visualizzati mentre digiti.

Porta la tua attività su Google

Porta la tua attività su Google

Inserisci l’indirizzo della tua attività e fai clic su Avanti. Inoltre, è possibile che ti venga chiesto di posizionare un indicatore sulla sede della tua attività su una mappa, se è il tuo caso fallo, ma assicurati di indicare la posizione correttamente. Non spuntare la casella Consegno beni e servizi ai miei clienti, nel caso delle cantine infatti non è necessario, almeno credo :-).

Dove ti trovi?

Dove ti trovi?

Adesso Google My Business proverà a suggerirti alcune schede presenti nella tua stessa posizione, ma probabilmente non sarà la tua attività perché siamo partiti dal presupposto che l’attività non esisteva ancora nell’elenco locale. Seleziona Questa non corrisponde.

Selezione attività

E’ questa la tua attività

Cerca e seleziona una categoria dell’attività commerciale e fai clic su Avanti. Per le cantine l’unica selezione possible è Azienda vinicola, dunque perfetto.

Tipo attività

Che tipo di attività gestisci?

Inserisci un numero di telefono o l’URL del sito web della tua attività. I dati richiesti sono facoltativi, ma ti consiglio di inserirli tutti, e soprattutto corretti, anche se io nell’immagine sottostante non ho inserito il numero di telefono di proposito.

Contatti

Crea dei contatti (facoltativo)

A questo punto la registrazione è completata, ma è necessario eseguire la verifica. Verifica la connessione alla tua attività facendo clic su Continua.

Verifica

Verifica il tuo rapporto con questa attività

Seleziona un’opzione di verifica. Clicca su spedisci per ricevere la cartolina presso la sede della tua attività. In attesa della cartolina puoi compilare la tua scheda con tutte le informazioni utili per i clienti, immagini comprese, così da avere tutto già bello e pronto. Per eseguire la verifica in un altro momento, seleziona Prova con un altro metodo e fai clic Più tardi.

Importante, la verifica aiuta a garantire l’accuratezza delle informazioni sulla tua attività su Google. La verifica, inoltre, ti consente di evitare che qualcuno possa fingersi rappresentante della tua attività. Se non completi la verifica, non potrai modificare le informazioni sulla tua attività visualizzate sui prodotti Google. Per la maggior parte delle attività, la verifica comporta la richiesta, la ricezione e la lettura di una cartolina di verifica da parte di Google.

Metodo di verifica

Scegli un metodo di verifica

Completamento della verifica, appena ricevuta la cartolina di verifica, occorre aspettare un paio di settimane, torna su Google My Business e clicca su Inserisci il codice di verifica, adesso puoi inserire il codice presente nella cartolina, e hai finito!

Codice di verifica

Inserisci il codice di verifica

Conclusioni

Registrarsi su Google My Business è certamente il primo passo da compiere se si vuole iniziare a sfruttare anche le ricerche locali, e farsi trovare da nuovi clienti. La creazione della scheda della propria attività non è di per se difficile, spesso però i proprietari delle attività, dopo aver creato la scheda, tendono a trascurarla. Credetemi non basta creare una scheda, ed inserire i propri dati aziendali. Se volete sfruttare al massimo le sue potenzialità, dovete arricchirla di contenuti.

Vi dice nulla la frase Content is King? Se masticate un po di comunicazione e marketing online sono sicura che la frase non vi è nuova. Una volta creata la scheda della vostra bella attività, dovete costantemente tenerla aggiornata, aggiungendo post, aggiungendo immagini, raccogliendo recensioni, e via discorrendo. In futuro proverò a scrivere un articolo con una serie di suggerimenti utili alle cantine (ma anche alle aziende di qualsiasi tipo) per sfruttare Google My Business al meglio, e lasciarsi i diretti concorrenti alle spalle, ma per oggi mi fermo qui, buon lavoro!

Author Fabio Italiano

More posts by Fabio Italiano

Leave a Reply